Il Gal deve realizzare il Piano di Sviluppo Locale, uno strumento voluto dalla Commissione europea per sostenere il settore rurale attraverso progetti innovativi che coinvolgano direttamente aziende agricole e attori economici del territorio.

Il Piano di Sviluppo Locale – PSL – serve ad attuare gli indirizzi del cosiddetto approccio Leader a sua volta ricompreso nel programma di sviluppo rurale della Regione Valle d’Aosta. Leader è un’iniziativa europea orami attiva da diversi anni, caratterizzata da un sostegno integrato al settore agricolo, con finanziamenti a progetti che aiutano le aziende e la popolazione rurale a migliorare le proprie condizioni di vita e ad innovare le attività produttive nel rispetto dell’ambiente.

La strategia di sviluppo locale del GAL Alta Valle si basa sul riequilibrio economico e sociale tra le zone maggiormente sviluppate dal punto di vista turistico (Courmayeur, Cogne, La Thuile) e le aree rurali e a forte vocazione agricola. La strategia tiene conto dell’importanza degli elementi di contesto e nella fattispecie delle caratteristiche geografiche ed ambientali costituite dalla presenza di due monumenti naturali come il Monte Bianco ed il Gran Paradiso con il Parco Nazionale. Questi elementi di eccezionalità hanno condizionato e condizioneranno le scelte e gli assetti territoriali futuri in materia di turismo, di trasporti, di insediamento delle imprese e quindi di allocazione di parte delle risorse per lo sviluppo locale.

IL PSL contiene tre tipologie di progetti:

a bando (sono già esaurite tutte le risorse disponibili)

a regia diretta del GAL (realizzazione in corso)